Perché non dovresti tosare il cane

Perché non dovresti tosare il cane

Perché non dovresti tosare il cane? L’estate è bella, ma anche calda e nessuno scappa, a meno che non si opti per andare in Alaska. Così come tutti gli esseri viventi, anche il tuo cane soffre il caldo, allora spesso si pensa di tosare il suo pelo. Ma quanto è corretto?

Perché non dovresti tosare il cane

Il tuo cane soffre il caldo tanto quanto tutti gli esseri umani durante i periodi estivi, ma tutto quel pelo gli darà noia?

Il pelo del cane non è come i capelli sugli uomini. Non sono nemmeno un semplice ornamento, né una pelliccia che serve a scaldarlo durante l’inverno. Rendendoli un problema inutile durante l’estate. Il suo manto gli serve in tutte le stagioni ed è necessario saperlo anche curare. Ecco perché non dovresti tosare il cane, ma leggi avanti per saperne di più.

Quindi, se il tuo intento è quello di far stare bene il tuo fido, allora dovresti richiudere la porta d’ingresso, o al massimo fargli fare una passeggiata. Ma non andare dal toelettatore, perché non sarebbe la scelta più saggia quella di privarlo del suo pelo. Magari leggi quanto ti dico, potrebbe essere illuminante e utile per il suo benessere e la tua tranquillità.

La tua impressione è che il tuo animale stia soffrendo sotto il suo mantello di peli, ma i peli hanno la loro motivazione d’esistere. Prima di prendere una decisione sbagliata, fermati a pensarci. Non essere eccessivamente apprensivo, è bello tenere al tuo fido e amarlo, ma lo puoi fare nel modo giusto. So che è proprio questo il tuo intento.

Il pelo del cane è un termoregolatore

Il motivo per il quale la pelle del tuo fido è ricoperta del pelo, è che esso è un termoregolatore.

Cosa significa? Sai: tanto in inverno, quanto in estate, il manto lo riparerà dalle intemperie stagionali, che sia il ghiaccio o il caldo infernale.

Infatti, il pelo del cane è capace di mantenere la sua temperatura corporea in maniera costante, che si tratti di inverno o estate. Sia col freddo che col caldo, il cane mantiene la sua temperatura corporea, non sentendo, così, troppa differenza tra gli sbalzi stagionali. O almeno non soffrendone eccessivamente, e, se così fosse, non è il pelo il problema da eliminare.

La termoregolazione

La termoregolazione ha effettiva azione con l’aumento della frequenza respiratoria dell’animale. Infatti, in questo modo aumenta l’accelerazione e si incrementa la capacità di evaporazione il sudore dalla lingua. E così ti voglio spiegare anche il motivo per il quale, il tuo fido, respira con la bocca aperta durante le giornate afose.

La natura gli ha dato ciò che gli serve, tu devi essere solo in grado di capire come riuscire a fargli del bene senza alterarla. Poiché puoi agire sulla sua saluta e sul suo benessere, ma senza esagerare. Ecco perché non dovresti tosare il cane, se sei curioso di sapere perché, ti invito a continuare a leggere, sarò felice di dirti tutto.

Abbiamo capito, quindi, che il pelo è, a pieno titolo, il suo angelo custode, in questi casi, il suo termoprotettore.

Perché non dovresti tosare il cane: eliminare il calore in eccesso

Dunque, il pelo del tuo fido è autosufficiente, ecco perché non dovresti tosare il cane.

Ma, nelle giornate davvero torride, come fa il cane a liberarsi del calore in eccesso e soffrire di meno il caldo? So che ti starai ancora chiedendo se sia così al 100%, ebbene si, ma ci sono delle altre cose che devi sapere a proposito del suo pelo.

Il cane funziona con l’istinto, esso riesce a far fronte alla vita e alle sue eventualità tramite esso. Così funziona anche nel momento in cui sente tanto caldo.

Infatti, il modo in cui si libera della sensazione di frustrazione e del calore eccessivo è ansimando. Sì, hai capito bene. È proprio così che riesce ad aumentare la ventilazione dei polmoni, infatti è lo stesso metodo che si segue per far sì che il meccanismo di termoregolazione abbia effetto: aumentando la frequenza respiratoria. Poiché la ventilazione aumenta e incrementa la capacità di evaporazione dalla superfice dei polmoni, tramite la lingua appunto. Questo meccanismo abbassa la temperatura del sangue e, di conseguenza, anche quella corporea.

perché non dovresti tosare il cane

Hai mai fatto caso al fatto che quando la temperatura aumenta, il tuo cane smette di respirare con naso e lo fa con la bocca? Questo accade proprio per questo processo di termoregolazione.

La tosatura potrebbe provocare più danni che benefici

Quindi, in definitiva, hai capito perché non dovresti tosare il cane?

Il pelo del tuo fido è utile anche per proteggere la sua pelle dal sole e dal freddo. Infatti, con il pelo, il cane non può subire scottature, che siano dovute alle eccessive temperature basse o elevate, quindi al sole. Privando il tuo fido della sua peluria, si aumenta il rischio di ustioni ed eritemi. Potresti pensare di affidarti a dei professionisti, come nel caso della tosatura cani Firenze, che sapranno come trattare questo tipo di servizi.

Ma questo non significa che non si debba, comunque, mantenere una certa cura della sua lunghezza.

Infatti, potrebbe essere dannoso per la sua salute non curare comunque il suo manto. In quanto la toelettatura aiuta a mantenerlo pulito, se non anche a rimuovere fastidiosi nodi e forasacchi. Se ti stai chiedendo ogni quanto lavare il cane, dovresti leggere il nostro articolo dedicato.

Infatti è, questo, un discorso che vale soprattutto per i cani con il pelo molto lungo, i quali rischiano di portare a casa di tutto dopo una passeggiata. Ma non solo, il nemico dei peli molto lunghi, sono i nodi, i quali diventano molto difficili da togliere.

Un pelo lungo e aggrovigliato è più propense a portare a casa rametti, foglie e sporcizia varia. Soprattutto nel caso in cui, nelle passeggiate, tu e il tuo fido, frequentate spiagge o boschi.

Per cui, è bene sfoltire il pelo del tuo cane, ma un male, allo stesso tempo, eliminarlo completamente o esagerare nella toelettatura.

Per questo è sempre bene affidarsi ai professionisti, i quali, anche in base alla razza, sapranno con cosa e come agire.

Aggiungi commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *